Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento

Piante da interno, pulisce l’aria nella tua casa. Le piante da interno rendono più confortevole il tuo spazio vitale. Nel nostro articolo suggerimenti per piante da appartamento, ti parlerò delle 7 piante più facili.

Che pianta metto in un bagno senza finestre?

E ora parliamo di piante da interno che hanno bisogno di un pochino meno luce. Scherzi a parte, in un bagno senza finestre non possiamo mettere nessuna piante da interno. Non ci sono piante infatti che possano vivere e stare bene senza la luce del sole.
La luce per le nostre piante, infatti, è l’elemento principale. Quando possiamo veramente distinguere i bisogni di luce delle nostre piante, tutto diventa più facile. A verificare quali sono le condizioni di luce migliori che abbiamo in casa e quindi a selezionare poi un numero di piante, una specie di piante, delle varietà di piante che possono effettivamente stare bene in quella casa.

Notiamo che abbiamo angoli o zone della casa che ricevono pochissima luce, soprattutto durante il periodo autunnale e invernale quando le giornate si accorciano, possiamo ricorrere alla scelta di alcune piante che effettivamente risultano più resistenti alla scarsa presenza di luce. Ecco quindi che in questo nell’articolo ti elenco 7 piante da interno che hanno maggiori chance di resistere, anche in posizioni, angoli della casa dove abbiamo meno luce.

Quali piante scegliere per le case buie?

Pothos

La prima pianta che sicuramente può andare bene è il pothos il mio amato topos che è una pianta con portamento ricadente, non è particolarmente esigente in termini di luce né in termini di
acqua. Quindi è una piante da interno adatta anche a chi è agli inizi e anche a quell’angolo quella messo là dove non batte mai il sole.

L’Aspidistra

La seconda pianta che va bene in posizioni poco luminose è l’Aspidistra. L’Aspidistra è una pianta che io amo molto e viene chiamata la pianta di ferro perché resiste anche a condizioni particolarmente estreme, quindi sia scambi termici importanti e del motivo per cui viene spesso messa in androni e in zone magari con correnti d’aria forti, che anche in angoli un po’ più bui. Quindi l’Aspidistra è la seconda pianta che può andare bene.

Sansevierie

Altre piante super resistenti anche in condizioni di luce poco intensa sono le Sansevierie, in particolare la trifasciata, che è quella più comune, è una pianta che richiede cure molto semplici, irrigazione soltanto quando la terra è completamente asciutta, e può resistere anche per lunghi periodi in posizione della casa con poca luce. Inoltre è una pianta che ossigena di notte quindi la pianta per eccellenza che va bene all’interno delle nostre camere da letto.

Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento Piante da Interno | Suggerimenti per Piante da Appartamento

Calatea Orbifolia

Se non vogliamo rinunciare a un po’ di sfida e anche all’appagamento dell’occhio con una pianta particolarmente bella, la Calatea Orbifolia è la quarta pianta che può andare bene in posizioni di mezz’ombra. E’ una pianta dalle larghe foglie variegate verde chiaro e grigio, va bene in posizioni anche ombreggiate perché in natura è abituata a vivere di esposizioni di luce filtrata perché vive nella parte bassa diciamo delle foreste tropicali.

La zamioculcas

Numero 5 la Zamioculcas La Zamioculcas è una pianta estremamente bella, con il fusto carnoso che conserva all’interno delle buone scorte di acqua. E’ un’altra pianta adatta anche a chi ha poca esperienza in quanto se non ha il problema di non ricordarsi di innaffiarla, non ne risente anzi al contrario, l’unico errore che si può fare con questa pianta è quella di irrigarla troppo, quindi quando la terra non è perfettamente asciutta. La Zamioculcas è una pianta che anche nell’angolo un po’ più scuro di casa può resistere per un lungo periodo. Infine abbiamo lo spathiphyllum, quindi se ti piacciono piante da fiore lo spathiphyllum è una pianta che non ha bisogno di eccessiva luce, anzi al contrario in posizioni troppo luminose potrebbe soffrire.

Spathiphyllum

Fiori bianchi, foglie verdi verdissime fanno dello spathiphyllum una pianta molto bella resistente è adatta anche all’angolo oscuro di casa.

Philodendron Hederaceum

L’ultima pianta che ti consiglio è una pianta del portamento cascante, quindi va bene appunto su una mensola o in un cestino appeso, è il Philodendron Hederaceum viene detto anche Philodendron Scadens, sono piante che appunto per la loro origine e provenienza tropicale, nella parte bassa della giungla tropicale,vivono di luce filtrata e resistono anche a condizioni e tempi prolungati di luce molto bassa e poco intensa.
Queste sette piante sono le più resistenti che mi vengono in mente in termini di luce poco intensa. Considera però che tutte le piante hanno appunto bisogno di luce,
quindi ci sono delle accortezze che dobbiamo tenere in considerazione per far sì che possano vivere bene e non soltanto sopravvivere.

La prima cosa che intanto andrebbe fatta è quella di farle ruotare ogni tanto. Quindi garantire anche a loro una piccola vacanza alla luce vicino alla finestra in modo tale che riprendano le
loro normali condizioni metaboliche e facciano fotosintesi producendo quello di cui hanno bisogno. Quindi ogni tanto, soprattutto nel periodo primaverile quando appunto l’attività vegetativa aumenta, portare queste piante a piccola vacanza può essere una soluzione per garantirgli una vita migliore. Inoltre la seconda regola che bisogna tenere in considerazione è che le piante che prendono poca luce consumano poca acqua, proprio perchè il metabolismo e più rallentato, quindi sbagliare con l’innaffiatura di queste piante può voler dire compromettere completamente la loro vita. Bagniamole quindi soltanto quando il terriccio è completamente asciutto. In questo modo preserveremo le radici dal rischio di marcium.

FAQ

le migliori piante da appartamento; Pothos, L’Aspidistra, Sansevierie, Calatea Orbifolia, La zamioculcas, Spathiphyllum, Philodendron Hederaceum.

No comment